Almanacco Astronomico
dal 1998 al 2059

Astronomical Almanac
from 1998 to 2059



  Informazioni sui dati


Sorgere, transito e tramonto del Sole, della Luna e dei pianeti

Tutti i tempi elencati nelle tabelle sono espressi in Tempo Universale e sono stati calcolati proprio per il meridiano di Greenwhich, con l'osservatore posto al livello del mare, e per latitudini che vanno da 70° sud  a 70° nord con intervallo di 5 gradi. E’ necessario pertanto tenere in considerazione che per ogni 15 gradi di longitudine, i tempi relativi agli istanti del sorgere, transito e tramonto del Sole e della Luna, si discostano di circa 10 secondi e di circa 2 minuti rispettivamente (per latitudini non prossime ai poli). Se il luogo d’osservazione è posto ad est di Greenwhich occorre pertanto sottrarre questi valori, mentre è necessario sommarli se è posto ad ovest.
Il limite temporale è fissato al 2059 perché proprio il 5 novembre di quell'anno si verificherà il prossimo eclisse totale osservabile anche da Catania, la città natale dell'autore di questo Almanacco Astronomico.
Per ogni oggetto celeste viene riportata la lista degli istanti relativi al sorgere, passaggio al meridiano celeste (transito o culminazione) e tramonto.
I tempi sono stati corretti dagli effetti dovuti alla rifrazione atmosferica. Questa fa sì che venga anticipata, anche di decine di secondi, l'osservazione di un oggetto che, in effetti, si trova ancora al disotto dell'orizzonte geometrico. L'entità della rifrazione dipende dalla temperatura, dalla pressione atmosferica e dalla quota in cui si trova l'osservatore. Per questo Almanacco è stato utilizzato un valore medio (0°34') che, per il Sole ed i pianeti, è sufficiente ad assicurare, entro pochissimi secondi, l'istante effettivo dell'evento anche nel caso in cui le condizioni atmosferiche al momento dell'osservazione fossero notevolmente diverse dalla media.
Per i dati relativi alla Luna, è stato necessario tenere in considerazione sia il valore della parallasse che il valore del diametro angolare del disco lunare nelle varie fasi. Anche in base a queste considerazioni i tempi sono stati arrotondati al minuto più prossimo.
Per il sorgere ed il tramonto del Sole e della Luna, gli istanti riportati si riferiscono ai momenti in cui avviene il sorgere o il tramonto apparente rispettivamente del bordo superiore del disco solare o lunare.
Note:
***** = L'oggetto sorge, transita o tramonta il giorno prima o il giorno dopo.
B.Hor = L'oggetto è sempre sotto l'orizzonte.
C.Pol  = L'oggetto è circumpolare.

Almanacco astronomico annuale dei fenomeni celesti

Gli almanacchi annuali degli eventi astronomici riportano le date e le ore in Tempo Universale dei seguenti eventi particolari: Luna Piena, Ultimo quarto di Luna, Luna Nuova, Primo quarto di Luna, Eclissi di Sole (totali, anulari e parziali) e di Luna (totali, parziali e di penombra) e le loro magnitudini, Congiunzione ed opposizione dei pianeti esterni, Congiunzione superiore ed inferiore per i pianeti interni, Elongazione massima di Mercurio e Venere, Equinozi e Solstizi. Non vengono riportati i dati relativi ai pianeti Urano, Nettuno e Plutone.
Vengono invece riportate diverse immagini e sequenze animate, realizzate al computer, degli eventi astronomici più significativi.Tutti i calcoli sono stati effettuati mediante il programma originale Planetario 2.0, scritto dall'autore per gli ambienti operativi MS-Windows 3.1 e MS-Windows 95. E' possibile effettuare il download del programma connettendosi all'indirizzo Download Planetario
Tutte le tabelle sono consultabili direttamente da CDROM oppure dal sito Web w3c.ct.astro.it/calendario/almanacco.html tramite un browser standard.


Coordinate geocentriche equatoriali ed altro per
il Sole e la Luna

Sole
Giorno giuliano e data, coordinate equatoriali, distanza dalla Terra, semidiametro, coordinate eliografiche dal 1998 al 2059.

Luna
Coordinate equatoriali, distanza dalla Terra, semidiametro, fase, parallasse orizzontale dal 1998 al 2059.

La distanza del Sole dalla Terra è espressa in U.A., il semidiametro in primi d'arco. L'angolo dell'asse di rotazione del Sole P è misurato verso est a partire dal punto nord del disco solare. I valori di P, della latitudine eliografica B0 e della longitudine eliografica L0, sono calcolati per le ore 0 T.U. Il semidiametro della Luna è espresso in primi d'arco così come la parallasse orizzontale. La fase della Luna con valore 0 indica la Luna Nuova mentre quando il valore è 1 indica la è Luna Piena. La distanza della Luna dalla Terra viene indicata in chilometri.

Coordinate geocentriche equatoriali ed altro per i
Pianeti

Coordinate equatoriali, distanza dal Sole e distanza dalla Terra dei pianeti Mercurio, Venere, Marte, Giove, Saturno, Urano, Nettuno e Plutone dal 1998 al 2059

Le coordinate equatoriali ascensione retta e declinazione sono calcolate per le ore 0 T.U. Le distanze dei pianeti dalla Terra e dal Sole sono espresse in U.A.



E' possibile mandare commenti a Piero Massimino

Torna all'Almanacco